Rossano - Altro dramma in famiglia: un nuovo caso di parricidio travolge la città. Cade sotto i colpi di fucile sparati dal figlio, Antonio Vitale, 64 anni, dipendente presso l’ex tribunale di Rossano e successivamente a seguito dell’accorpamento trasferito a Castrovillari. Secondo quanto trapela pare che i componenti familiari fossero a pranzo tranquillamente tutti insieme presso la residenza del centro storico (zona Traforo) quando d’un tratto uno dei figli Cesare Vitale, 36enne, pare abbia espresso il desiderio, non condiviso dal padre, di andare a caccia. 

Una opposizione, quella della vittima, che avrebbe provocato la brutale reazione del figlio il quale imbraccia il fucile e scarica due colpi di fucile sul corpo del povero padre che muore sul colpo. Sul posto si è portata una volante del commissariato di pubblica sicurezza di Rossano. Il giovane è ora presso il commissariato sottoposto ad interrogatorio. Da Castrovillari si attende l’arrivo del magistrato di turno. Giorni fa la città fece registrare un precedente episodio con la morte Mario Manzi, ucciso dal figlio Alessandro.

FONTE: informazionecomunicazione.it


Aggiungi commento

Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito:
I commenti che verranno ritenuti offensivi o RAZZISTI non verranno pubblicati e saranno cancellati
VERRA' PUBBLICATO UN SOLO COMMENTO PER IP


Codice di sicurezza
Aggiorna

Eventi

Il Blog è anche su...

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 

Crediti

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. Le immagini pubblicate sono quasi tutte tratte da internet e quindi valutate di pubblico dominio: qualora il loro uso violasse diritti d’autore, lo si comunichi all’amministratore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione. L’amministratore dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’amministratore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Ogni forma di collaborazione si intende offerta e fornita a titolo gratuito.