I giovani? Solo pane e festa, altro che lavoro e politica

In questi giorni, in cui si dovrebbe riflettere sul senso e il significato della vita, in molte discussioni, anche pubbliche (ultima un'intera puntata di Tutta la città ne parla di Radio Tre), si parla dei giovani, del loro ritrovato impegno politico e del loro futuro. Peccato, però, che nei dibattiti che abbiamo finora ascoltato nessuno si sia sorpreso del fatto che stando a contatto con le folle oceaniche di giovani che, in questo periodo, possiamo incontrare solo in qualche locale alla moda, si respiri un forte senso di vuoto.

 E’ un vuoto merdoso che preoccupa, perché vuol dire che questo paese ha forse perso il senso della realtà e si avvia inesorabilmente verso il baratro. LEGGI ARTICOLO COMPLETO

Stampa Email