• Home

Squadra mobile: "Vicenda di Corigliano di grave degrado". Appello di Facciolla: "Donne, denunciate"

"Una vicenda che fa emergere una situazione inquietante, una vicenda di grave degrado che si e' protratta per dieci anni. Le indagini, celeri e intense, hanno consentito di individuare gli autori e cristallizzare i reati di violenza sessuale di gruppo ed estorsione". Cosi' il capo della Squadra mobile di Cosenza, Fabio Catalano (in foto), ha sintetizzato l'indagine che ha portato all'arresto di cinque persone.

Secondo quanto riferito dagli investigatori - all'incontro con i giornalisti ha partecipato anche il dirigente del Commissariato di Corigliano Rossano, Cataldo Pignataro - nell'abitazione del principale indagato si svolgevano la maggior parte delle violenze sessuali.
"L'unica via di uscita e' la denuncia" ha sottolineato dal canto suo il procuratore di Castrovillari Eugenio Facciolla. "I cittadini, soprattutto le donne, devono avere fiducia delle istituzioni. E' l'ennesima attivita' che portiamo avanti nonostante la carenza di personale con risultati tangibili della nostra presenza sul territorio".
Fabio Pistoia 

Stampa Email