Corigliano-Rossano | Contro il disabile non ci fu tortura: l’intero branco torna libero

L’hanno deciso stamane i giudici del Tribunale del Riesame di Catanzaro

Liberi tutti. Dopo una ventina di giorni dai loro arresti, stamane sono tornati in libertà pure gli altri tre giovani coriglianesi componenti del branco che era finito in manette a Corigliano-Rossano con le accuse di violazione di domicilio, interferenze illecite nella vita privata e quella - gravissima - di tortura nei confronti d’un uomo disabile psicofisico anch’egli coriglianese e residente nel pieno centro dello Scalo coriglianese di Corigliano-Rossano. Il quartetto era stato arrestato dai carabinieri della Compagnia coriglianese tra il 6 e il 16 dicembre scorsi per ordine del giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Castrovillari Chiara Miraglia

cui il sostituto procuratore Valentina Draetta a seguito delle indagini dei militari dell’Arma aveva richiesto l’applicazione delle misure cautelari nei loro confronti. LEGGI ARTICOLO COMPLETO

Stampa Email