Dal “latte in compagnia” all’inversione di marcia sulla 106 alla guida senza aver mai conseguito la patente: serrati controlli dei Carabinieri con elicottero e pattuglie

Oltre 150 veicoli sottoposti ad accurati controlli in ossequio alle rigide misure di contenimento dell’emergenza coronavirus. È questo il bilancio dell’attività condotta nella mattinata odierna dai Carabinieri della Compagnia di Corigliano agli ordini del Capitano Cesare Calascibetta, il quale, per ottemperare al meglio al delicato compito di tutelare la sicurezza e la salute pubblica nell’ambito delle norme contenute nel Dpcm e delle Ordinanze regionali e comunali in materia, ha predisposto una a dir poco capillare azione di monitoraggio dell’intero territorio, con tanto di elicottero dell’Arma e posti di blocco nelle aree più nevralgiche dello stesso.

Un elicottero del Nec (Nucleo Elicotteristi Carabinieri) di Vibo Valentia, infatti, ha sorvolato questa mattina i cieli coriglianesi (con particolare attenzione alla zona di Schiavonea e alla strada statale 106), svolgendo una più che preziosa opera di supporto a quella svolta “in terra” dai militari mediante l’impiego di numerose pattuglie. Due i posti di blocco attuati, rispettivamente sulla SS 106 raddoppio (chiusa in un senso di marcia con canalizzazione in direzione Corigliano) e poi all’altezza della "rotonda" della frazione Schiavonea (sia nella direttrice dello Scalo cittadino che del medesimo borgo marinaro). A causa dell’attività di controllo in questione, non sono mancati i rallentamenti alla circolazione stradale; tuttavia, e questo è un dato molto confortante, la stragrande maggioranza degli automobilisti ha mostrato comportamenti all’insegna della pazienza e della comprensione, pienamente consapevoli della notevole utilità della predetta attività di controllo, tanto da esprimere apprezzamenti nei confronti dei Carabinieri della locale Compagnia per la loro fattiva e operosa presenza.
“Solo” cinque le sanzioni amministrative comminate nel corso dei controlli in oggetto. Due, in particolare, le situazioni da segnalare: la prima, definibile “originale”, di due signore recatesi in coppia ad acquistare quattro confezioni di latte, motivo nient’affatto giustificativo per una delle due donne, ossia quella che non aveva acquistato nulla ma presente solo per “fare compagnia” e per la quale è dunque scattata la relativa sanzione; la seconda, ben più grave, che ha visto come protagonista un uomo trovato alla guida di un veicolo senza aver mai conseguito la relativa patente e senza copertura assicurativa del veicolo stesso, motivo per il quale, oltre alla sanzione prevista dalle norme coronavirus, è scattata nei suoi confronti un’ulteriore salatissima sanzione, ammontante a quasi 6.000 euro di multa, con il relativo sequestro amministrativo dell’auto.
Un altro grave accadimento si è verificato, sempre nel corso della mattinata odierna, sulla strada statale 106, nel tratto ove era dislocato un posto di blocco dei militari, per sfuggire al quale un automobilista ha pensato di effettuare un’inversione di marcia; tale manovra, azzardata e assolutamente vietata oltre che pericolosa, è stata, suo malgrado, immediatamente notata dai militari a bordo dell’elicottero, i quali hanno subito avvertito i colleghi che, con una gazzella e nel volgere di pochi istanti, hanno raggiunto l’uomo, applicando nei suoi confronti una severa contravvenzione e il contestuale ritiro della patente.
La scrupolosa attività di monitoraggio del territorio proseguirà in modo incessante e riprenderà con analogo vigore soprattutto dalla giornata di sabato e in occasione del cosiddetto weekend pasquale, al fine di vigiliare e impedire eventuali assembramenti o uscite anche individuali fuori dalle rispettive abitazioni senza alcun giustificato motivo. Un’intensa attività di controllo confortante per la popolazione coriglianese e per la quale la stessa rinnova viva gratitudine nei confronti del Capitano Calascibetta e di tutti i suoi uomini.

Fabio Pistoia

Stampa Email