A bordo di un ciclomotore privo d’ogni regola e con marijuana

Operazione dei Carabinieri in via Fontanelle per oltre 6mila euro di sanzioni.
Brillante risultato operativo messo a segno questa mattina dai Carabinieri della Compagnia di Corigliano agli ordini del Capitano Cesare Calascibetta presso lo Scalo cittadino, ed esattamente intorno all’ora di pranzo lungo la centralissima via Fontanelle.

I militari, difatti, notavano un ciclomotore sospetto a causa della targa quasi del tutto penzolante e staccata; il conducente del mezzo, a questo punto, probabilmente per eludere il controllo, si fermava all’altezza di una farmacia della zona ed entrava all’interno di un panificio. Gli uomini dell’Arma coriglianese procedevano comunque ad avviare la predetta attività di controllo, richiamando anche lo stesso proprietario del ciclomotore, e infatti gli accertamenti effettuati confermavano tutti i sospetti.
Il suddetto ciclomotore risultava anzitutto di un telaio difforme rispetto a quello previsto, la targa apposta risultava inesistente e inoltre il mezzo era privo della necessaria assicurazione per la responsabilità civile contro terzi (quest’ultimo aspetto particolarmente grave poiché il conducente si era spostato da Corigliano Centro allo Scalo, e quindi in caso di eventuale incidente tale situzione sarebbe stata a tutto rischio e pericolo di eventuali vittime coinvolte). Il guidatore, inoltre, non aveva mai conseguito la patente di guida. Durante i controlli, poi, proveniva odore di sostanza stupefacente di tipo marijuana dallo stesso mezzo, i militari iniziavano una minuziosa perquisizione del ciclomotore, che permetteva di rinvenire, all’interno di un cassetto portaoggetti, uno spinello già confezionato contenente marijuana e tabacco.
Per tutti questi motivi, il ciclomotore veniva sequestrato e sottoposto anche a contestuale fermo amministrativo e consegnato alla Depositeria giudiziaria per la successiva confisca e demolizione. Il guidatore veniva sanzionato con relative sanzioni amministrative al Codice della Strada per oltre 6mila euro, oltre ad essere segnalato alla Prefettura di Cosenza per uso personale di sostanza stupefacente, sottoposta anche questa a sequestro amministrativo, e quindi potrà anche incorrere in sanzioni sul passaporto o sulla carta d’identità.
Tale operazione odierna s’inserisce nel novero della quotidiana e proficua attività di controllo condotta dai Carabinieri della locale Compagnia per garantire al meglio la sicurezza stradale e il pieno rispetto delle norme vigenti in materia.
Fabio Pistoia
 

Stampa Email