Droga nei tombini e nelle fioriere della Piazzetta di Schiavonea: controlli dei Carabinieri con unità cinofile

Ennesima, brillante operazione dei Carabinieri della Compagnia di Corigliano Calabro agli ordini del Capitano Cesare Calascibetta, i quali, anche nelle ore della notte appena trascorsa, hanno proseguito nel prestare la massima attenzione affinché la movida sul litorale coriglianese si svolgesse nel pieno rispetto delle norme di legge, oltre all’impegno profuso con abnegazione nella repressione allo spaccio di sostanze stupefacenti. 

In particolar modo, grazie ad una massiccia presenza di militari, sono stati ispezionati, dalle ore 23 in poi, diversi locali insistenti nella centralissima Piazzetta Portofino di Schiavonea e aree limitrofe alla stessa, anche con l’ausilio dei cani anti-droga del Nucleo Cinofili Carabinieri di Vibo Valentia. Accurate perquisizioni sono state eseguite all'interno di attività commerciali nonché in tutta la zona interessata, scovando involucri contenenti residui di sostanze stupefacenti in alcuni tombini nonché fioriere poste nelle immediate vicinanze della medesima Piazzetta.
Il resoconto dell’attenta e vigile operazione, protrattasi all'interno della Piazzetta Portofino fino alle 3 di notte, quando ormai la stessa si era completamente “svuotata” dei giovani frequentatori, è poi proseguita dedicando massima attenzione alle attività commerciali, anche al fine di verificare il rispetto della nuova ordinanza comunale firmata dal Sindaco, nonché con controlli afferenti la circolazione stradale afferenti l'eventuale presenza di persone alla guida dopo aver assunto sostanze alcoliche o stupefacenti.
A tal proposito, sono state fermate due persone trovate con un tasso alcolemico nel sangue superiore a quello consentito dalla legge; in un caso, è stata applicata la prevista sanzione amministrativa con contestuale ritiro della patente, in un altro caso, invece, nei confronti di un giovane coriglianese trovato alla guida con un tasso alcolemico di gran lunga superiore a quello consentito, è stata applicata la relativa sanzione amministrativa (tra 800 e 1500 euro) e il ritiro della patente, nonché una denuncia alla Procura della Repubblica di Castrovillari per guida in stato di ebbrezza (si rischia fino ad un anno di carcere). Ricordiamo che, in merito, nelle settimane e nei mesi scorsi, un accorato appello è stato rivolto dai Carabinieri alla comune responsabilità nel rispetto delle vigenti regole in materia.
Anche nel prossimo fine settimana, ossia quello di Ferragosto, proseguiranno, con analogo impegno e medesima tenacia, i controlli della Compagnia dei Carabinieri di Corigliano, fortemente voluti dal Capitano Cesare Calascibetta, affinché la movida cittadina possa svolgersi all’insegna della massima serenità della comunità e, in particolare, delle famiglie dei giovani, sempre più grate ai militari per tale intensa e preziosa attività meritoria.
Fabio Pistoia
 

Stampa Email