Guardia Costiera: continua il contrasto alla pesca illegale con attrezzi vietati

Sequestrate  a Corigliano Calabro e Cariati reti e novellame.
Continua l’attività di prevenzione, da parte della Guardia costiera di Corigliano Calabro, agli ordini del Capitano di Fregata (CP) Antonio D’AMORE, dei danni causati all’ecosistema marino dalle forme di pesca illegale, con l’impiego di unità della Guardia costiera in mare che operano in tandem con pattuglie via terra.

Militari della Capitaneria di porto hanno infatti sequestrato nei giorni scorsi, in diverse operazioni, a 4 diversi pescherecci della marineria locale, attrezzi da pesca di tipo sciabica con sacco cieco e circa 20 chili di novellame fra cicerello  e sarda.
LEGGI TUTTO

Stampa Email