Al via Corigliano JAZZ&SOUL 2013

Un programma ricco di eventi. Ben cinque i concerti (ingresso libero) che si svolgeranno in location storiche, e non solo. Tutto questo grazie alla capacità organizzativa ed alla ferrea volontà di tre giovani coriglianesi –  Gioacchino Campolo, Andrea Caroli, Salvatore Modesto – da anni impegnati su più fronti per lo sviluppo e la valorizzazione del territorio.


    La manifestazione, quest’anno, sarà contaminata dal mare. Infatti, gli eventi si terranno principalmente a Schiavonea, sfruttando in due date lo scorcio affascinante di Piazza Fiume, nel cuore del borgo marinaro, ed in altre due la splendida veduta del mar Jonio dalla Terrazza del “Movida Club”, sul Lungomare. Il tutto si concluderà nel simbolo della città, il magnifico Castello Ducale che domina il Centro Storico e l’intera Piana di Sibari. La pregevole iniziativa culturale, con i suoi suoni raffinati e coinvolgenti, è stata programmata nel cuore della stagione estiva e porterà in città un considerevole numero di presenze.
    Di seguito il calendario degli eventi, il cui inizio è previsto sempre per le ore 22.00:

4 AGOSTO Schiavonea – Terrazza “Movida Club” con MEATBALLS
8 AGOSTO Schiavonea – Piazza Fiume con WISHLIST
12 AGOSTO Schiavonea – Terrazza “Movida Club” con GAMELAN
18 AGOSTO Schiavonea – Piazza Fiume con LIUTO JAZZ 4TET
21 AGOSTO Centro Storico – Castello Ducale con LUZ meets TOMEKA REID

“CORIGLIANO JAZZ&SOUL – spiegano Campolo, Caroli e Modesto – ha l’obiettivo di diventare l’evento della città di Corigliano. Per questo motivo è stato studiato per meglio promuoverlo in un piano di comunicazione in grado di proiettarlo, per lo spessore qualitativo degli ospiti musicali, a livello regionale e nazionale. Il circuito del “Peperoncino Jazz Festival” darà la possibilità agli sponsor di proiettarsi nel contesto complessivo della manifestazione. Nel contempo, si contribuisce a dare una nuova immagine della nostra città mostrando fuori dai confini locali e regionali la capacità ricettiva, il turismo, le bellezze storiche e paesaggistiche. Ogni singolo evento concertistico, infatti, verrà trasformato in occasione per una più congiunta promozione turistica ed agro-alimentare del territorio, che si caratterizzerà anche per le degustazioni di prodotti tipici calabresi di grande prestigio e per tutta una serie di altri eventi culturali correlati ai concerti (mostre fotografiche, personali di pittura, workshop, jazz club, ecc.)”.

Stampa Email