IIS Green-Falcone e Borsellino. Studenti a bordo nave da crociera, dalla teoria alla pratica

Corigliano Rossano - Gli studenti della 5a F dell’istituto tecnico “Green-Falcone e Borsellino” dell’indirizzo “Conduzione del Mezzo Navale” hanno preso parte all’approdo della “Spirit of Discovery” della Saga Cruises, prima nuova costruzione della compagnia extralusso britannica con circa 1.000 crocieristi. La nave ha una stazza lorda di 58.119 tonnellate, è lunga 236,7 m e larga 31,2 m. Con 540 cabine, può ospitare 999 passeggeri mentre l’equipaggio è composto da 523 persone; è una delle navi che rientra nella fascia “luxury”. Partita il 22 gennaio da Southampton (Regno Unito) e proveniente da Malta, è giunta a Corigliano Rossano stamane per ripartire in serata.

SODDISFATTA LA DIRIGENZA

Grande soddisfazione è stata espressa dal Dirigente scolastico Alfonso Costanza: «Tali eventi costituiscono un’ulteriore conferma dell’alto livello di formazione che garantisce l’istituto nell’ambito di un’offerta formativa sempre più vasta. I nostri studenti devono non solo prepararsi nella teoria ma devono acquisire specifiche competenze di settore, pertanto esperienze di questo tipo sono indispensabili per la buona riuscita della formazione complessiva. Ringraziamo l’Autorità portuale che ci ha messo a conoscenza di tale evento e ci ha permesso di procedere alle richieste necessarie per l’ospitalità a bordo».

L’ATTRACCO DELLA SPIRIT OF DISCOVERY

Accompagnati dai loro docenti, gli studenti hanno assistito, nella prima parte,  alle operazioni di ormeggio alla banchina, con il lancio delle funi e l’aggancio alle strutture stabili, avvenute verso le 7.30 circa. In questa fase, un ruolo importante è stato ricoperto dal pilota del porto che ha indicato la manovra d’ormeggio al comandante, con il quale ha deciso il numero dei rimorchiatori da impiegare. Dopodiché, dopo la discesa dei crocieristi che si sono diretti ai luoghi della visita, i ragazzi sono saliti a bordo guidati dal personale nautico. Dopo una visita generale, sono stati ospitati nella plancia, il ponte di comando, dove gli ufficiali hanno mostrato dal vivo come vengono utilizzati gli strumenti che permettono la conduzione del mezzo. La tecnologia ha permesso di semplificare molte operazioni e dare maggiore sicurezza. Ad esempio, la carta nautica tradizionale oggi è stata sostituita da quella elettronica. Ciò rappresenta un vero e proprio cambiamento culturale di conoscenza degli ufficiali addetti.

SGUARDO COSTANTE AL MONDO DEL LAVORO

Questa di oggi è stata una valida occasione per vedere con i propri occhi tutto quello che in questi anni gli studenti dell’indirizzo nautico hanno studiato teoricamente. Tutte le operazioni di ingresso-ormeggio-disormeggio sulla banchina-uscita dal porto di una grande nave sono alla base delle loro conoscenze didattiche e avere un’esperienza diretta di tali elementi rafforza le loro competenze e li prepara con maggiore consapevolezza al mondo lavorativo.

 

Stampa Email