Una scuola con le porte più aperte è una scuola più vera e più viva!

“Per i bambini e i ragazzi l’incontro con un autore è stimolante,  insolito, è una pagina scritta che diventa persona viva” - Gianni Rodari, Un autore tra gli alunni, 1968
Giovedì 12 Marzo nell’ Istituto Comprensivo “ C. GUIDI”, guidato dalla Dirigente scolastica Laura Gioia,  in collaborazione con la libreria “Il Fondaco”,  si è svolto l’incontro dello scrittore MICHELE D’IGNAZIO con le CLASSI IV sez. A-B-C,  plesso   Madonna della Catena.


L’ottima iniziativa, programmata a conclusione di un  percorso di lettura  in classe del testo di narrativa  dal titolo Storia di una matita a scuola  (Ed. Rizzoli), ha   mirato ad avvicinare i ragazzi ai libri e alla lettura, poco gradita alle nuove generazioni, nativi tecnologici, sempre più   avvezzi alla cultura delle immagini  ma  lontani dalla carta stampata  e  a stimolare  il gusto di leggere per divertirsi.
La storia di Lapo, insegnante  supplente di arte  in una classe di scuola primaria, ha appassionato i ragazzi con le sue   simpatiche avventure tragicomiche, come quando si è trasformato in matita.
L’autore ha dialogato per l’intera mattinata con gli alunni  intrattenendoli in maniera simpatica e coinvolgente, rispondendo con piacere alla valanga di domande e curiosità.
Momento molto affascinante è stato l’apertura della vecchia  valigia che custodiva  oggetti strani e curiosi, come la matita contenente il seme che piantato dà  vita ad una nuova pianticella.
 I ragazzi  hanno mostrato grande entusiasmo e  hanno risposto positivamente allo stimolo proposto;   sicuramente questa valida iniziativa si riproporrà in futuro.