Coriliani s’incontra con Giovanni Torchiaro

L’incontro con il dr. Giovanni Torchiaro si è svolto nel segno della cordialità, con spirito d’ intendersi su temi cari e sentiti della nostra Corigliano. Alla luce di quanto detto non possiamo che esprimere, inoltre, viva soddisfazione per il comunicato stampa apparso stamani sul blog a firma della coalizione di Giovani Torchiaro “Bene comune” che individua quali temi centrali della Politica: la cultura, il patrimonio culturale, le attività e le espressività creative. Era ora che qualcuno ne discutesse in termini di risorsa e non di spesa.


E’ sintomatico  all’ indomani di un (proficuo) incontro politico tra il dr Giovanni Torchiaro ed il comitato Coriliani riscontrare una così attenta e puntuale proposizione culturale e politica che richiama e riconosce il valore della partecipazione civica e il valore del nostro Centro storico quale patrimonio insostituibile e da salvaguardare. Un confronto pragmatico, quello tenutosi ieri sera con Giovanni Torchiaro per dare sostanza a quelle ipotesi programmatiche che dovrebbero attuarsi oggi senza un soldo in cassa e che tale attuazione è di certo subordinata alla situazione finanziaria di cui a breve si chiariranno i gravi termini di un bilancio amministrativo. Un disastro che ,oggi (maggio 2013), si tradisce in anticipi di cassa che hanno dell’incredibile e oltremodo si certifica nei debiti che prepotentemente emergono quale ammonimento degli ultimi 20 anni (1993-2013) di spese fuori ogni controllo reale, di una prassi consueta di bilanci gonfiati da presunti crediti da troppo tempo, ormai,  inesigibili. Cifre che alla luce delle nuove normative comunitarie e nazionali e restrizioni fiscali contano e non poco, per chi dovrà e vorrà amministrare la Città e per chi come noi , cittadini comuni, sarà chiamato a sanare i debiti ed i deficit di politiche irresponsabili. Certo s’impone Il contenimento della spesa (tagli), ma non basta più! Non si abbiano dubbi al riguardo: le tasse ed i tributi aumenteranno e non di poco! Per questo riteniamo doverosa che la classe politica faccia una presa d’atto e che si dia corso alla norma del bilancio partecipato e  possibilità di un controllo puntuale dei conti pubblici da parte dei comitati e delle associazioni civiche (consulta civica ,trasparenza degli atti, bilancio partecipato). Punti contenuti nel programma del candidato a Sindaco della coalizione “ Bene comune” e che si sono ben discussi nella serata d’ieri ove il dr. Giovanni Torchiaro si è rivelato uditore attento e certo non superficiale. Un politico “sui generis” che ritiene sia possibile restituire il primato alla politica solo attraverso un duro e quotidiano lavoro di responsabilità e conoscenza, nella corretta amministrazione del territorio. Ed anche questo punto non può che trovarci d'accordo e ancor più consapevoli che amministrare senza una squadra adeguata oggi significa rischiare di aggravare uno stato di fatto. E’ evidente che gli slogan propagandistici presto dovranno lasciare posto alle competenze ed ovviamente non possiamo che augurare il meglio per noi tutti. Indispensabile si rende,dunque, una riflessione su uomini e programmi. Un indiscutibile binomio che come comitato Coriliani terremo in debita considerazione quale chiara analisi politica e  per informare  l’opinione pubblica.
Nel congedarci sentiamo di ringraziare il Dr Biagio Frasca candidato consigliere che incontrandoci ha dimostrato di possedere responsabilità politica: qualità necessaria per porsi correttamente nei riguardi della città di Corigliano.

Corigliano lì 22 maggio 2013

Stampa Email