Richiesta chiarimenti circa la fusione Corigliano-Rossano!!!

All'ex On.Giuseppe Graziano; p.c.al Presidente della Regione On.Mario Oliverio; p.c. al Presidente "100 Associazioni" Avv.Americo Minnicelli
Peg.mi Signori,
all'indomani della sentenza della Corte di Appello di Catanzaro, che ha reintegrato nel Consiglio Regionale della Calabria l'on.Gianluca Gallo, estromettendo l'ormai ex on.Giuseppe Graziano, vorrei dei chiarimenti, da parte delle Signorie Vostre Illustrissime, circa alcuni dubbi "amletici" miei e di tanti cittadini di Corigliano Calabro:

L'EX CONSIGLIERE REGIONALE GRAZIANO, ERA NEI SUOI PIENI POTERI DI CONSIGLIERE, APPUNTO, QUANDO HA PROPOSTO L'EFFETTUAZIONE DI FUSIONE TRA CORIGLIANANO E ROSSANO?;

PERCHÉ TUTTA QUESTA FRETTA NELLO STABILIRE LA DATA DI SVOLGIMENTO DEL REFERENDUM CONSIDERANDO CHE MANCAVANO POCHI GIORNI ALLA SENTENZA DELLA CORTE D'APPELLO DI CATANZARO CIRCA IL RICORSO PRESENTATO DALL'ON.GALLO? OPPURE SI DOVEVA FARE (IL REFERENDUM) *NECESSARIAMENTE PRIMA DELLA SENTENZA?*

IL PRESIDENTE DELLA REGIONE CALABRIA ON.OLIVERO (BONTÀ SUA!!!) QUANDO FARÀ UN COMUNICATO DEFINITIVO ED ESAUSTIVO?

In attesa di Vostre risposte, che mi auguro *RAPIDISSIME*, colgo l'occasione per porgere distinti saluti.
 

 

Stampa Email

Commenti   

-11 #2 ANGELO VITERITTI 2017-11-09 17:53
Non arriveranno risposte ne rapidissime ne tardive. Poichè come lor signori sanno hanno basato la fusione con questo imbroglio.Purtroppo quello che ritengo molto grave è l'incoerenza del nostro Sindaco che pure aveva visto bene nel chiedere il rinvio della farsa de referendum e oggi invece sempre paladino pro-fusione. Con questa vicenda va detto che purtroppo in politica e non la coerenza è divenuta optional.W L'ASTENSIONISMO come voto di sfiducia.
Citazione
+10 #1 Domenico Mazza 2017-11-09 16:53
Egregio utente, la prego lasci gli amletici dubbi alla penna di colui che scrisse la celebre tragedia, e concettualizzi che nomine e revoche in seno al consiglio regionale poco centrano con il processo di fusione in corso e con le modalità di espletamento dello stesso. Intanto la proposta di legge del defenestrato onorevole nacque a seguito delle volontà dei due consigli comunali gemmate nei rispettivi atti d'impulso, e comunque è stata, la proposta, dibattuta in consiglio regionale e posta a regolare votazione da parte dei membri dello stesso. La data del referendum fu posticipata su esplicita richiesta dei 2 sindaci, e comunque il termine di indizione del referendum ha seguito i criteri stabiliti dall'apposita legge. Se poi questa sua è l'ennesimo pretesto per sovvertire la realtà popolare e per disconoscere quanto ormai palesemente appreso dall'urna, pazienza la comunità se ne farà una regione, del resto non si può piacere a tutti. La saluto cordialmente, Domenico Mazza.
Citazione

Aggiungi commento

Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito:
I commenti che verranno ritenuti offensivi o RAZZISTI non verranno pubblicati e saranno cancellati
VERRA' PUBBLICATO UN SOLO COMMENTO PER IP


Codice di sicurezza
Aggiorna