Le discariche vanno chiuse, non ampliate

Solidarietà ad un territorio che non ha mai smesso di lottare.
Corigliano-Rossano – Il Circolo Legambiente Corigliano-Rossano esprime vicinanza e solidarietà alle popolazioni che lottano contro la discarica di Pipino e contro l’intero sistema di gestione dei rifiuti che, da anni, sta devastando il nostro territorio attraverso logiche rispondenti al semplice profitto in barba alle rivendicazioni territoriali. Una politica fatta sulla pelle dei cittadini da un sistema incapace di governare, di pensare al futuro e alla sostenibilità; un sistema capace solo di tamponare emergenze, di ragionare su allargamenti di discariche, di devastare porzioni sempre più ampie di territorio.

“Lotteremo insieme alla gente e agli amici del Circolo Legambiente Nikà – ha dichiarato il presidente di Legambiente Corigliano Rossano Isabella Daniela Vulcano – per affermare il principio sacrosanto dell’autodeterminazione dei territori per quel che riguarda sicurezza e tutela della salute. Ci opponiamo e continueremo a farlo contro l’ampliamento della discarica di contrada Pipino, e chiediamo alla Regione di ritirare ogni atto emanato in tal senso. Al tempo stesso crediamo che sia finito il tempo delle belle parole e sia giunto il momento di passare ai fatti, lavorando per un sistema che differenzi seriamente e con dati certi i rifiuti regionali lasciando ai conferimenti in discarica solo lo scarto indifferenziabile. Siamo in piena emergenza climatica, e mentre le altre regioni d’Italia e d’Europa cercano di correre ai ripari la Calabria continua a pensare alle logiche di discarica. E’ il momento di cambiare rotta”.

Circolo Legambiente Corigliano-Rossano

Stampa Email