NO TRIV: Comune suscettibile e ritardatario

In una società civile esiste il principio della proporzionalità tra l'accusa e la difesa. Tale premessa si rende necessaria al fine di evidenziare, invece, la sproporzionalità tra l'intervento sui mezzi di informazione del Consigliere Comunale del Movimento Civico Corigliano Domani, Avv. Elvira Campana, e la veemenza della risposta data dall'Amministrazione Comunale.



Non v'è chi non veda l'esagerazione espressa nel comunicato stampa del Comune su una semplice e legittima sollecitazione in merito ad un argomento, come appunto le trivellazioni in mare, così delicato e che merita la massima attenzione.

Non a caso, a tal proposito, non può essere sottaciuto che già da diversi mesi tutti gli enti locali e regionali, interessati alle trivellazioni in mare e in terra, sono stati richiesti di esprimere pareri e osservazioni relativi sia alla VIA (Valutazione Impatto Ambientale) che alla VAS (Valutazione Ambientale Strategica). Tali richieste, da parte del Ministero dell'Ambiente sono pervenute anche al Comune di Corigliano che, piuttosto che limitarsi ad aderire alle iniziative lodevoli dei Comitati No Triv, avrebbe dovuto attrezzarsi e rispondere in maniera adeguata e pertinente, quindi con appositi studi e osservazioni specifiche. Non solo. Le osservazioni e i pareri devono essere resi entro termini specifici, e il prossimo termine in scadenza è previsto per il 3 di settembre del 2013.

Se entro tale data il Comune non esprime la propria approvazione o disapprovazione alle trivellazioni, il silenzio verrà inteso come assenso a questa spregevole iniziativa di ricerca di idrocarburi nel nostro mare.

Altro che adesione alla catena umana!!

A questo punto, tenuto conto, del breve lasso di tempo tra l'insediamento dell'Amministrazione e la molteplicità dei problemi da affrontare nel nostro territorio, la sensibilità dimostrata alle trivellazioni, l' avrebbe dovuta spingere a creare o individuare, immediatamente tra i Consiglieri Comunali, soprattutto della sua maggioranza, la persona più idonea all'argomento e incaricarlo di occuparsi sia dello studio che della redazione dei pareri e delle osservazioni.

Invece, ancora, si naviga a vista e soprattutto non si è sufficentemente informati sull'argomento.

Dunque l'Amministrazione Comunale piuttosto che affrettarsi a dare risposta attraverso il blog a normali sollecitazioni da parte del Consigliere Comunale di minoranza, Avv. Elvira Campana, dovrebbe essere quanto mai attenta a ciò che viene richiesto ed impegnarsi a fare osservazioni per esprimere concretamente, e dopo attento studio, il proprio No alle Trivellazioni altrimenti si forma a livello di governo centrale (Ministero dell'Ambiente) la legittima convinzione che i territori locali condividono le scelte operate.

Apprezziamo sicuramente la solerzia dell'Amministrazione nel dare comunicati stampa su un argomento siffatto ma nel contempo sarebbe più opportuno essere concentrati sulla scadenza prossima dei termini indicati dal Ministero.

A tal proposito sarà cura del Consigliere Comunale di Corigliano Domani chiedere formalmente e immediatamente tutti gli atti e provvedimenti posti in essere, sino ad ora dall'Amministrazione, rispetto alle Trivellazioni in mare.

Avv. Elvira Campana

Consigliere comunale "Corigliano Domani"

Stampa Email