Caputo (Fratelli D’Italia): Stagione deludente, Corigliano Rossano sedotta ed abbandonata!

Corigliano Rossano - Spiagge pessime dal punto di vista della pulizia, inadeguata cura del verde pubblico, degrado, sporcizia, erba alta in ogni angolo della città, centri storici feriti e abbandonati, transenne che restano disseminate per mesi in vie della città, uffici turistici chiusi al mare e nei centri storici. 

Un’immagine negativa della città, con foto e lamentele sui social. Non è questa l’estate che il comune unico meritava e che la giunta Stasi aveva promesso più di un anno fa.
E’ quanto denuncia il Dipartimento Turismo di Fratelli D’Italia presieduto dall’ex amministratore Guglielmo Caputo, facendosi interprete delle tante lamentele di cittadini, operatori e turisti rispetto agli interventi che a metà luglio si sarebbero dovuti effettuare sul territorio ormai da diverse settimane e rispetto ad una programmazione socio-culturale estiva sulla quale si è investito 120000 euro, una cifra enorme rispetto alla qualità degli eventi proposti.
L’amministrazione dimentica di essere a metà luglio e non si accorge di essere in un ritardo imbarazzante. Oltre al degrado ed alla sporcizia siamo costretti a denunciare la carenza di controlli sull’intero territorio. La città è in grande sofferenza. Manca una guida autorevole che trasmetta sicurezza ai cittadini non tanto sui grandi temi, laddove si richiederà opportunamente del tempo, ma per l’ordinaria amministrazione dove non ci vuole certo la bacchetta magica, usata più volte come giustificazione, ma basta solo una seria organizzazione, una efficace programmazione, di cui al momento non se ne vede traccia.
Si ha la sensazione di vivere in una città allo sbando, rassegnata, fuori dalle regole; si notano alberi incolti, aiuole, rotonde e piazze dove non c’è più verde, solo giallo, tutto secco, complice anche il fatto che non si è provveduto a programmare la semplice irrigazione automatica, il decoro e la pulizia sono ormai un lontano ricordo. Nessun controllo sulle ditte che eseguono lavori in diversi strade e poi non provvedono a ripristinare l’asfalto, aumentando il disagio per i cittadini sulle strade già ridotte un colabrodo.
Una giunta, quella di Stasi poco incline all’ascolto dei cittadini, parlare, incontrare o avere un appuntamento con il sindaco o un assessore è impresa ardua, vederli in giro ancora più difficile, giusto da qualche foto su facebook si capisce come provino virtualmente a governare la città.
Per quanto riguarda la programmazione socio culturale estiva riteniamo l’investimento di 120 mila euro sia spropositato rispetto ad un cartellone formato prevalentemente da sagre di ogni tipo, qualche proiezione di film e qualche bella passeggiata.
Abbiamo vissuto un periodo difficile, le famiglie hanno dovuto affrontare diverse difficoltà e tante restrizioni. Quello che ci si aspettava era una programmazione estiva, che avrebbe permesso di poter trascorrere una serena serata ai nostri concittadini ed al contempo incentivare il turismo di prossimità e far diventare la città di Corigliano - Rossano faro dell’intera provincia, ruolo che a nostro parere le spetta di diritto. Il periodo di lockdown vissuto durante questi mesi sarebbe dovuto servire a programmare pochi eventi ma di qualità magari impiegando una parte dei 120 mila euro, in una
efficace strategia di marketing che avrebbe contribuito a dare lustro e risonanza mediatica alla nostra città. Nulla di tutto ciò, anzi si verificano avvenimenti tragicomici: la polizia municipale che multa gli organizzatori di un evento del Comune, ed anche in questo caso si nota la mancanza di autorevolezza del Sindaco e dell’assessore al turismo, che restano in un disarmante silenzio tra le risate dei cittadini.
Questa giunta non risolverà domani i tanti problemi, ma i cittadini di Corigliano Rossano si aspettano almeno che venga imboccata la giusta strada che porta al superamento di tante problematiche.
Diciamo ciò senza alcuna vena polemica, ma con mero intento costruttivo, in linea con lo spirito propositivo e costruttivo di Fratelli d’Italia Corigliano-Rossano. La città soffre ed ha bisogno di risposte veloci e concrete. In campagna elettorale sono stati assunti degli impegni con gli elettori a cui s mostrava entusiasmo, grinta e decisionismo, si raccontavano grandi rivoluzioni, di rotture con il passato, di scelte nuove e coraggiose. Spiace tanto ammetterlo, ma di tutto ciò ad oggi non si è visto nulla  (Comunicato stampa).

Stampa Email