Dopo il Primo Dirigente anche nuovi agenti


Sibaritide, Scutellà annuncia importanti novità che riguarderanno la Polizia di Stato. 

CORIGLIANO-ROSSANO – Mercoledì 5 Agosto 2020 – «Il potenziamento dell’organico della polizia di Stato per la provincia di Cosenza prosegue. Dopo la conferma dell’elevazione a primo dirigente del Commissariato di Corigliano-Rossano è prossima l’assegnazione di nuovi agenti per la Questura di Cosenza». 

 
Ad annunciarlo, la portavoce del Movimento 5 Stelle alla Camera dei Deputati, nonché componente della Commissione parlamentare Giustizia, Elisa Scutellà, che in quanto a interventi per la sicurezza nel territorio della Sibaritide e, più in generale, nella provincia ha posto un impegno concreto sin dall’inizio della legislatura.
 
«Dagli ultimi colloqui intercorsi con il Ministero dell’Interno – dice Elisa Scutellà - il Piano di potenziamento del personale della polizia di Stato per il territorio della Sibaritide non si arresta e, alla luce del confermato passaggio a primo dirigente del Commissariato di Corigliano-Rossano, i rinforzi dovranno inevitabilmente rispondere alla nuova organizzazione che si prospetta».
 
«Ho pertanto fatto presente ai vertici della Questura di Cosenza – precisa - della necessità di distribuire gli agenti secondo un criterio che possa rispondere alle esigenze delle aree, tenendo in considerazione che a Castrovillari l’età media degli agenti in servizio sia ad oggi molto alta e della prossima riorganizzazione del Commissariato di Corigliano-Rossano. Siamo consapevoli dell’urgenza di un piano di rafforzamento che prosegua sulla scia dei risultati conseguiti e dei prossimi in vista, nell’ottica di un potenziamento efficace e graduale che porti inevitabilmente ad un’assegnazione delle nuove forze di polizia verso tutti gli uffici facenti capo alla Questura di Cosenza – conclude - che non dia adito a squilibri di sorta ma che vada a colmare i deficit funzionali dell'area cosentina».

--
Ufficio Stampa politico Elisa Scutellà - Portavoce del Movimento 5 Stelle alla Camera dei Deputati
 

Stampa Email