Caffè Aiello Corigliano - La solidarietà del presidente Cilento al gruppo Callipo

«La decisione presa dal presidente della Tonno Callipo Vibo Valentia, Pippo Callipo, ha lasciato tutti sorpresi e amareggiati. Il suo gesto è eclatante e al tempo stesso rappresenta un mònito poichè, se dopo tanti anni di passione e sacrifici personali ed economici, molla una persona come lui, allora significa che siamo ben oltre la soglia del cosiddetto campanello d’allarme».

Così il presidente della Caffè Aiello Corigliano, Gennaro Cilento, a margine della decisione presa dalla società Tonno Callipo di non iscriversi al prossimo campionato di Serie A1, ripartendo probabilmente dalla Serie B1. «Siamo davvero vicino al presidente Callipo – ha continuato Cilento – perché al suo club ci legano rapporti di amicizia e stima e, al contempo, riusciamo a comprenderne sia lo sfogo che la decisione presa, visto che ogni giorno anche noi, a Corigliano, facciamo sacrifici notevoli per garantire lo spettacolo del volley di Serie A e mandare avanti una società che, come ogni settore in Italia, oggi soffre di una crisi che colpisce tutto e tutti. Pur comprendendo quindi il gesto del presidente Callipo, cui va tutta la mia solidarietà personale e quella del nostro club, non possiamo non rimarcare come l’uscita di scena di una gloriosa società come la Tonno Callipo rappresenti una sconfitta per il movimento italiano pallavolistico e una grave perdita per il Meridione, che grazie ai sacrifici e agli sforzi del gruppo Callipo – ha aggiunto il presidente della Caffè Aiello - si garantiva un palcoscenico di primo piano nello sport nazionale e internazionale. Non poter più calcare le tribune del palazzetto vibonese per vedere all’opera i campioni del volley italiano e non rappresenta una brutta pagina per tutti, considerato che, da calabresi, non possiamo che “soffrire” per quanto sta accadendo e per i risvolti che ne conseguono. Spero che in futuro arrivino soluzioni atte ad ovviare alle defezioni dai club dai campionati di massima serie, che ci siano vie d’uscita meno dolorose e che cresca la sensibilità verso lo sport da parte degli apparati amministrativi a tutti i livelli. Mi auguro che il gruppo Callipo e il presidente Pippo Callipo trovino presto le risorse anzitutto mentali per provare a risalire la china e tornare in Serie A1 – ha concluso Cilento - dove ad attendere la città c’è uno scenario che le spetta, visto il cammino onorevole portato avanti negli anni in mezzo a tante big del volley italiano».

 

Johnny Fusca

Ufficio Stampa e Comunicazione

Caffè Aiello Corigliano

Stampa Email